Chirurgia plastica addominale

In questa sezione vengono illustrati gli interventi chirurgici eseguibili per difetti della parete addominale (definiti ernie e laparoceli) e l’insieme dei difetti addominali acquisiti dopo gravidanza o dimagrimento intensivo.

Tutti questi difetti, grandi o piccoli che siano, dipendono da un’alterazione della parete muscolare dell’addome accompagnata in modo variabile da un’alterazione del tessuto adiposo e cutaneo che la ricopre.

L’evoluzione delle tecniche chirurgiche e anestesiologiche permette di affrontare il trattamento delle diverse situazioni con l’intervento a minor invasività possibile, partendo da interventi in anestesia locale con incisioni di pochi centimetri, arrivando a interventi in anestesia generale con lunghe incisioni nascoste nelle pieghe cutanee. La chirurgia plastica addominale rappresenta il settore in cui si devono utilizzare modalità chirurgiche diverse, facendo ricorso a tecniche tradizionalmente considerate esclusive della chirurgia estetica come la lipoaspirazione o a tecniche considerate esclusive della chirurgia generale come la laparoscopia e la chirurgia dell’intestino.

Obiettivo di tutte le tecniche chirurgiche è di risolvere eventuali problematiche profonde (per esempio aderenze intestinali), rimodellare la parete muscolare e lo strato dermoadiposo dell’addome in armonia con la conformazione fisica del paziente.